POLISPORTIVA ROVATESE
homeContattiMappa
NewsSocietaClassificaRisultatiSquadraPagelleFotogalleryProssima PartitaForum
POLISPORTIVA ROVATESE
Pallavolo
 
 
Societa
 
23/10/07
Caporetto Biancorossa!

Giornata di sole a Locate Varesino per la terza di campionato che vede i ragazzi del Colonnello impegnati contro la temibile squadra gialloblu prima in classifica. Altro terreno di gioco in sabbia rosa questa volta di dimensioni regolamentari e dal fondo abbastanza buono a differenza del bunker di Lozza di 7 giorni fa.
Allo spegnersi dell’impianto di irrigazione - o meglio di depolverizzazione visto che l’erba non c’è – il Rovate scende in campo con Colombo tra i pali, Giorgianni e Forgiarini in difesa, Castiglioni, Girardi e Sartortis sulla mediana e Pavin in attacco, arbitra (molto bene) il Sig. Volpe della sezione di Gallarate.
Inizio di partita favorevole ai biancorossi che passano in vantaggio praticamente subito su un mezzo pasticcio della difesa avversaria con Pav che infilza il portiere con un preciso sinistro pochi passi dentro l’area gialloblu.
Mai vantaggio fu più effimero e malaugurante: il Mozzate è decisamente più squadra di noi e in 10 minuti ribalta il risultato. L’attaccante avversario è molto bravo a difendere il pallone, far salire i compagni e giocare palla a terra sulla corsa dei centrocampisti che si inseriscono come fulmini: le nostre marcature sono assai allentate e concediamo troppo spazio (gli stessi errori della prima giornata) ai comaschi che giocano a memoria e con movimenti ben collaudati. Il tracollo arriva veloce, al 20’ la partita è praticamente chiusa, Mozzate 5 Rovate 1… è inutile descrivere il resto dell’incontro (finirà “Tanto a Poco”), se gli avversari sono un’ottima squadra  i biancorossi oggi hanno disputato i peggiori 60 minuti di sempre.
Restano quindi da analizzare i perché di una sconfitta:

  1. l’allenamento di giovedì è stato decisamente troppo molle, nessuno marcava nessuno, partitella finale senza ritmo e molto approssimativa nel gioco e nella qualità dei passaggi;
  2. gli avversari erano una squadra con un sistema di gioco e schemi ben collaudati, noi siamo 7 singoli in campo il cui unico schema è quello dell’Inter di Vieri: puntina o rinvio del portiere direttamente alla punta e “speriamo bene”. I centrocampisti di fascia vengono regolarmente saltati da questo tipo di gioco che non serve a nulla poiché nessuno nella nostra squadra ha le caratteristiche dell’attaccante che difende palla contro due o tre avversari e “di fisico” se ne va verso la porta. E’ opinione di molti che dobbiamo partire da dietro giocando palla a terra velocemente e salire tutti insieme, stessa cosa nel difendere… il pressing alto lascia i nostri difensori esposti all’uno contro uno e come visto oggi gli esiti sono catastrofici;
  3. c’è troppo nervosismo in campo e troppa gente chiacchiera per niente: o si dicono cose costruttive ai compagni o è inutile continuare a lamentarsi o fare mezze pagliacciate del tipo “io non gioco più”, “io vado in attacco” ecc… anche chi ha vent’anni non ne ha comunque dieci: si vince e si perde tutti insieme, sul 3 a 1 non si può buttare tutto al vento o non passare più palla a un compagno per tutta la partita perché si è discusso poco prima.

Non è comunque il caso di drammatizzare, il campionato è solo all’inizio: iniziamo a remare tutti nella stessa direzione e saremo protagonisti fino alla fine. (ACast)

 
Back
© Copyright 2009 POLISPORTIVA ROVATESE. Tutti i diritti riservati. Iconic Studio